Anno, portami lontano dalle cose ripetute fai che non sia vano il restare solo e consenti il volo alle cose perdute Carlo Levi, 1 gennaio 1935

Un bell’auspicio per il 2021! Sister Elena ci riporta in un secondo al bello è complicato mondo che fu, nella speranza che torni a riesserlo il prima possibile. Perché non è andato bene un cazzo di nulla (o quasi) Viva la vita! Buon 2021! 💪🏾💪🏾

Girellando su twitter, mentre aspettavo di essere collegato per una pressoché inutile udienza in remoto al Consiglio di Stato, mi sono imbattuto in questo perla (sciupata solo dalla ripetizione della cabina telefonica). Buon divertimento

Mi è capitato leggere questa intervista a Marco Cappato di una giovanissima aspirante giornalista, che vi consiglio di seguire su Twitter, a riprova della freschezza delle energie dei giovani, fuori dalla novella dominante. Lo spessore morale di Marco Cappato è indiscutibile e questo paese ha un debito profondo di riconoscenza nei suoi confronti, anche solo per la ostinazione con cui sta portando avanti la campagna sul diritto a una fine vita dignitosa. Anche questa nuova campagna mi pare interessantissima e credo che prima o poi si dovrà affrontare la questione con la dovuta attenzione. La trasparenza è la base della democrazia. Distingue le tirannie dalle democrazie e rappresenta un pilastro della nostra legislazione che governa l’azione amministrativa, perché è lo strumento attraverso il quale poter verificare che l’azione amministrativa rimanga all’interno dei limiti della norma attributiva del potere. In nome della trasparenza, è stato disciplinato per legge l’accesso agli atti…

Leggi tutto

In questi giorni David Allegranti, che normalmente si è occupa egregiamente di cronaca politica, sta portando avanti sulla sua newsletter Il Machiavello (abbonatevi! Bastano 34€ l’anno) una campagna per tenere alta l’attenzione sull’atroce morte di Samuel Paty, professore di liceo sgozzato per mano di folle islamista Ceceno, solo per aver mostrato in classe le vignette su Maometto. Non si tratta, infatti, di limitarsi a condannare l’atroce delitto. Qui è in gioco la libertà di espressione e, soprattutto, il principio della laicità dello Stato. La Francia ha affrontato la sfida di petto, con il Presidente Macron che ha organizzato una toccante cerimonia alla Sorbonne sulle note di “One” degli U2, volute dalla famiglia, e ha pronunciato inequivocabili parole di contrasto al fondamentalismo islamico, in favore dello Stato laico e della libertà di insegnamento, parce qu’en France, les Lumières ne s’éteignent jamais Emmanuel Macron In Italia se ne è parlato pochissimo. I nostri…

Leggi tutto

Oggi mi sono imbattuto in questa storiella, che nemmeno Totò, mitico venditore della fontana di Trevi, avrebbe potuto inventare. Peccato sia vera. Ho scoperto che da tempo alcuni poliziotti si inventano candidature e liste alle amministrative in Comuni sotto 1.000 abitanti (così da non dover raccogliere le firme), solo per poter godere del congedo di 30 gg. per la campagna elettorale. Secondo l’articolo, succede spesso in Abruzzo, Basilicata, Puglia e Sicilia. Si candidano in Comuni che nemmeno conoscono, con programmi standard, tanto non vengono eletti e tutto torna a posto. È successo, però, che a Carbone, comune della Basilicata sono stati eletti, per cui la cosa è venuta fuori e hanno dovuto fare la corsa a dimettersi, costringendo il Comune al commissariamento e a indire nuove elezioni. Se ancora non vi siete schifati, sappiate che nel programma “standard” era prevista l’installazione di pannelli fotovoltaici sulle scuole (che il Comune non…

Leggi tutto

Vi segnalo questo interessante articolo su una possibile riforma strutturale nella gestione delle cattedre su Domani Perché il toro va preso per le corna!

A noi operatori del diritto è chiaro da tempo che, se vogliamo parlare di “casta” – termine odioso, per il suo richiamo ai proclami populisti – l’unica vera attualmente esistente in italia è quella della Magistratura. Si badi bene, “Magistratura” intesa come corpo, non magistrati intesi come persone, perché, fortunatamente, esistono validissimi e coscienziosi magistrati che svolgono il loro compito con serietà e dedizione. Il potere della Magistratura è oramai fuori controllo per tutta una serie di ragioni che prendono le mosse da mani pulite e dalla scelta di certa politica di risolvere conflitti politici attraverso la magistratura. Qui, trovate uno dei tanti esempi. Se avete voglia di approfondire, seguite “Il Riformista”, dove il buon Sansonetti non smette mai di battersi, evidenziando le storture del sistema giustizia. In ogni caso io vi segnalerò, cammin facendo, le migliori “perle”.

10/20