Partecipazione

Blog di Antonio Stancanelli

13 giugno
0Comments

#sappiatelo

Postare un commento offensivo sulla bacheca di facebook della persona offesa integra il reato di diffamazione a mezzo stampa.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 24431/2015, uscita l’8 di questo mese, ha stabilito che inserire un commento su una bacheca di un social network significa dare al suddetto messaggio una diffusione che potenzialmente ha la capacità di raggiungere un numero indeterminato di persone, sicché, laddove questo sia offensivo, deve ritenersi integrata la fattispecie aggravata del reato di diffamazione.

Era chiaro che prima poi ci saremmo dovuti arrivare.

Personalmente, quando scrivo, su questo blog come in qualsiasi social, ho sempre cercato di farlo proprio avendo in mente questo limite, cosciente della astratta potenzialità del mezzo.

Da quello che leggo in giro, mi pare però che molti non abbiano presente la cosa.

Un esempio per tutti, questo post “denunciato” dalla Lucarelli.

image

 
No comments

Place your comment

Please fill your data and comment below.
Name
Email
Website
Your comment