Partecipazione

Blog di Antonio Stancanelli

21 ottobre
0Comments

Renzi, primarie PD, elettori di sinistra e destra: ho capito tutto!

Stamani mi sono dato una scorsa a Vendola a Piazza Pulita, a colazione mi sono messo a parlarne con Rita e alla fine ho visto la luce: ho capito tutto!

Ho capito tutto di Renzi (e soprattutto dei suoi elettori e sostenitori), di queste primarie del PD  e di Vendola.

In estrema sintesi:

1. Renzi non è di sinistra e non rappresenta il nuovo che avanza, ma l’avanzo di chi c’era: i metodi sono da seconda repubblica mediacratica, tutta apparenza e poca sostanza (non per nulla s’è preso Gori);

2. Soprattutto, non sono di sinistra i suoi elettori. Renzi rappresenta la foglia di fico di tutta una serie di finta sinistra conservatrice, di chi vive di rendita e non di lavoro, di liberi professionisti, commercianti, che in un paese civile dovrebbe votare a destra e che grazie a Renzi possono invece continuare a votare a sinistra, pur avendo comportamenti di destra, per poter continuare a far parte della spartizione delle prebende;

3. L’unico rimasto che dice qualcosa di sx è Vendola. Guardatevi l’intervento a Piazza Pulita: come può essere un innovatore rivoluzionario uno come Renzi che va a braccetto con tutti i poteri forti. Un callo a qualcuno lo dovrà pur schiacciare!!.

4. Così, per quanto mi riguarda, le primarie dovrebbe vincerle Vendola, nuovo rispetto a Bersani, ma comunque di sx. Renzi dovrebbe avere le palle di presentarsi come uno della destra cattolica conservatrice e lasciare in pace il PD;

5. Alla fine di tutto questo processo, mancherebbe sempre all’appello un vero e proprio candidato “liberal” da contrapporre alla sinistra, che non sia di matrice cattolica, o meglio, (solo per questo) servo della chiesa.

 
No comments

Place your comment

Please fill your data and comment below.
Name
Email
Website
Your comment